MONETTI LEA

MONETTI LEA

Elezione: Scultrice, eletta Accademico Corrispondente il 01.10.2019

Classe di appartenenza: Scultura

Ruolo Accademico: Accademico Corrispondente

 

Lea Monetti ha seguito i corsi liberi di nudo dell’Accademia di Firenze per poi passare, negli anni ’70, alla “Scuola della Realtà” di Pietro Annigoni a Firenze. È stata poi assistente e restauratrice agli affreschi strappati nello studio di Saetti a Montepiano. Si è dedicata alla scultura dal 1980, quando è entrata a far parte dello studio RGB di Remo Bianco, insieme a Bueno, Alinari e Squillantini. Nella sua esperienza artistica ha approfondito tutte le tecniche espressive: disegno, tempera all’uovo, incisione, affresco, scultura. La radice creativa di Lea Monetti è stata la necessità di fermare la bellezza e la vita delle cose che la emozionavano. Il ritratto, il paesaggio, intriso di serena malinconia e la natura morta, sono stati i temi più ampiamente trattati. Recuperata la sua indipendenza e, in solitaria, ha esposto per 10 anni in Germania. Tornata definitivamente alla scultura nel 2000, vive fra la Maremma, Firenze e Pietrasanta, dove lavora.