Branca Mirella

Branca Mirella

Elezione: storica dell’arte, già funzionaria MIBACT; eletta Accademico d’Onore il 01.10.2019

Ruolo Accademico: Accademico d’Onore

 

Prima docente e poi ispettrice a Firenze presso il Polo Museale Fiorentino, si è distinta per aver svolto compiti di tutela e di valorizzazione del patrimonio storico artistico delle aree dell’Oltrarno e di Castello, maturando un’approfondita conoscenza delle ville medicee della Petraia, di cui è stata direttrice, di Careggi e del Poggio Imperiale e di residenze storiche rilevanti come la villa della Quiete, ex Conservatorio delle Montalve. Ha, altresì, diretto il restauro di molte opere con relativi studi scientifici. Studiosa di problematiche storico artistiche contemporanee in ambito toscano, ha esercitato anche una vasta attività di salvaguardia del patrimonio architettonico e figurativo del Novecento fiorentino, basata su una specifica competenza in questo settore, che si è espressa anche in un’ampia attività saggistica. Tra i lavori recenti si ricorda la curatela della sezione dedicata a Gino Severini nell’ambito della mostra Bellezza Divina (Firenze, Palazzo Strozzi, 2016); mentre con J. Nelson ha pubblicato Marcello Guasti, Giovanni Michelucci e il monumento ai tre carabinieri, del 2019. Suoi saggi compaiono nell’opera L’Accademia di Belle Arti di Firenze negli anni di Firenze capitale 1865-1870, Firenze, 2017. Come scrittrice, ha pubblicato alcuni racconti e il romanzo L’altra estate edito da Polistampa 2008).