SPOSITO ALBERTO

SPOSITO ALBERTO

 

Elezione:
Architetto, eletto Accademico Corrispondente della Classe di Architettura il 05.10.2016

Classe di appartenenza:
Architettura

Ruolo Accademico:
Accademico Corrispondente della Classe di Architettura

 

Nato a Pietraperzia (EN) il 13-12-1939. Nell’Anno Accademico 1964-65 consegue la Laurea in Architettura presso l’Università degli Studi di Firenze, relatori Prof. Pierluigi Spadolini e Prof. Riccardo Morandi.

Dal 1980 è Professore Ordinario alla Facoltà di Architettura di Palermo.

Dal 1990 è Direttore responsabile della Rivista Internazionale DEMETRA e della collana SPIGOLATURE, semestrale di Architettura e Arte.

Nel 1994 è stato nominato Componente della Commissione Nazionale “Concorso Professori Ordinari di I Fascia” e delle Commissioni Concorsuali per posti di ricercatore settore disciplinare H09B per il Politecnico di Milano, per l’Università di Napoli II e per l’Università di Palermo.

Dal 2001 è componente del Consiglio Scientifico Internazionale dell’Ente Biennale di Archeologia, con nomina del Presidente del Consorzio omonimo, Dott. Michele Galvagno.

Dal 2002 al 2003 è stato Direttore del Diparimento di Progetto e Costruzione Edilizia dell’Università degli Studi di Palermo.

Dal 2003 è Coordinatore del nuovo Corso di Laurea in “Restauro, Recupero e Riqualificazione dell’Architettura”, presso la sede unversitaria di Enna.

Relatore in numerosi Convegni nazionali, regionali e provinciali sull’architettura e sul restauro, conservazione, valorizzazione e fruizione dei beni culturali.

 

Attività di ricerca

Ha svolto ricerche con finanziamenti ministeriali, d’Ateneo e di altre Istituzioni su temi relativi alla storia della tecnologia ed alla cultura tecnologica della progettazione; ha dedicato particolare attenzione ai processi formativi e ai processi di trasformazione dell’ambiente costruito; all’analisi dei materiali naturali e artificiali coinvolti dai processi conservativi dei beni culturali, approfondendone la conoscenza storica e tecnologica.

Tra le ricerche svolte in ambito regionale siciliano sono da segnalare da una parte quelle relative agli aspetti prestazionali ed ai controlli di qualità svolte per conto dell’Assessorato alla Sanità sulla normativa degli Asili-Nido (1978) e sui Poliambulatori di Base “Progetto tecnologico: Ricerca Sanitaria” (1990); dall’altra quelle svolte con finanziamento dell’Assessorato Regionale ai BB. CC. AA. e P. I. sulla conoscenza e conservazione dei contesti antichi: “Natura ed Artificio nell’Iconografia dell’Ennese”(1993) e “Conoscenza tecnologica e conservazione dell’architettura antica a Morgantina e Solunto” (1999).

Di recente è stato Responsabile di Sede per la Ricerca biennale COFIN 2001 d’in-teresse regionale sul tema “Metodi per l’affidabilità del progetto edilizio”.

 

Attività didattica

Dal 1965 al 1970 Assistente Volontario all’Università di Firenze.

Dal 1971 al 1975 Assistente Volontario allo I.U.S.A. di Reggio Calabria.

Dal 1975 al 1978 Assistente Ordinario di “Scienza delle Costruzioni” allo I.U.S.A. di Reggio Calabria.

Nell’A. A. 1975-’76 Professore Incaricato di “Morfologia Strutturale” alla Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo.

Dal 1975 al 1978 Professore Incaricato di “Unificazione Edilizia e Prefabbricazione” alla Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo.

Dal 1979 Professore Stabilizzato alla Facoltà di Architettura di Palermo.

Dal 1980 al 1982 Professore Straordinario alla Facoltà di Architettura di Palermo.

Dal 1983 Professore Ordinario alla Facoltà di Architettura di Palermo e Docente delle seguenti discipline: “Unificazione Edilizia e Prefabbricazione”, “Cultura Tecnologica della Progettazione”, “Storia della Tecnologia”, “Restauro Archeologico” e, attualmente,”Patologie e Degrado delle Costruzioni”.

Dal 1999 Docente del Corso di Laurea in Architettura di Agrigento delle seguenti discipline: “Teorie e Storia della Tecnologia Edilizia” e “Laboratorio di Costruzione dell’Architettura I”.

Dal 1999 Promotore e Coordinatore del Dottorato di Ricerca in “Recupero e Fruizione dei Contesti Antichi” attivato nell’Ateneo di Palermo a partire dal XV ciclo.

Dal 2001 Docente di “Cultura Tecnologica della Progettazione” alla Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze.

Dal 2003 Coordinatore e Docente del Corso di Laurea in “Restauro, Recupero e Riqualificazione dell’Architettura” attivato presso il Consorzio Ennese Universitario (C.E.U.) di Enna.

 

Attività di sperimentazione

Nei settori del restauro monumentale, del recupero edilizio e della progettazione urbanistica con particolare interesse ai centri storici; nei settori dell’edilizia pubblica, scolastica e sanitaria.

Suoi progetti sono stati esposti in varie mostre in Italia e all’Estero (Palermo, Enna, Cagliari, Roma, Firenze, Bologna, Venezia, Berlino, Stoccarda e Boston); le sue opere sono pubblicate su riviste italiane e straniere.

 

Principali partecipazioni a Concorsi

Ha partecipato a numerosi Concorsi di Architettura Nazionali ed Internazionali, con vari riconoscimenti; tra i più significativi:

  • 1983, Farbe Design International di Stuttgart, 2° Premio;
  • 1985, Nuova Sede del Credito Industriale Sardo di Cagliari, progetto vincitore ex-equo con R. Piano;
  • 1986, Istituto Italiano del Rame, 1° Premio;
  • 1987, Le Murate di Firenze (riuso delle Carceri);
  • 1992, Concorso Internazionale Berlin Spreebogen per la Nuova Sede del Parlamento della Germania unificata;
  • 1994, 50 Chiese per Roma del 2000;
  • 2001, Concorso Internazionale Amphitheatre Romain de Nyon (Svizzera):Concour d’architecture pour la mise en valeur des vestiges archeologiques et la construction d’un lieu de visite et de spectacle (1er dégré).
  • 2001, Piano del Parco Archeologico di Agrigento e delle relative Norme Regolamentari, 2° Classificato;
  • 2003, Ristrutturazione e Restauro del Teatro Regina Margherita di Messina;
  • 2004, Istituto Professionale per i servizi Alberghieri e della Ristorazione di Tortolì (NU);
  • 2004, Strada Provinciale Perimetrale di Pantelleria (Trapani), con attraversamento dell’area archeologica “Villaggio preistorico di Mursia e Sesi”, 1° Classificato;
  • 2005, Concorso Internazionale di idee per la Valorizzazione del Teatro Romano di Spoleto;
  • 2005, Piazza Brunelleschi a Firenze e la realizzazione della nuova sede della Biblioteca Umanistica dell’Università.