PICCIONI LEONE

PICCIONI LEONE

 

Elezione:
Storico della letteratura italiana, eletto Accademico Corrispondente 28.11.1978 (Atti 1974-1986 c. 82)

Classe di appartenenza:
Discipline Umanistiche e Scientifiche

Ruolo Accademico:
Accademico Ordinario della Classe di Discipline Umanistiche e Scientifiche

Nato il 9 maggio 1925 a Torino, è un critico letterario italiano.

Figlio di Attilio e fratello di Piero, trascorse la giovinezza con la famiglia a Pistoia dove conseguì il diploma di maturità classica al liceo Forteguerri. Il rapporto con la città toscana si consoliderà quando lo scrittore sarà tra i fondatori del Premio Ceppo Pistoia. Studiò all’Università di Firenze con Giuseppe De Robertis e all’Università di Roma con Giuseppe Ungaretti e insegnò successivamente a Roma e alla IULM di Milano letteratura italiana moderna e contemporanea.

Assunto in RAI nel 1946, venne nominato direttore del telegiornale e successivamente ricoprì importanti incarichi direttivi fino alla nomina, nel 1969, a vice direttore generale. Fu redattore de L’Approdo letterario e curatore della omonima trasmissione radiofonica e televisiva. Fu direttore de La Discussione. Come critico letterario, oltre a decine di edizioni e saggi su Ungaretti, di cui ha curato l’edizione di Tutte le poesie (Milano, Mondadori, 1969), ha curato edizioni e scritto saggi su autori come Federigo Tozzi, Carlo Emilio Gadda, Giacomo Leopardi. È stato una firma storica del quotidiano Il Tempo.