COLLE ENRICO

COLLE ENRICO

Elezione: Storico dell’arte, eletto Accademico d’Onore 07.10.2005

Ruolo accademico: Accademico d’Onore

Dopo aver frequentato i corsi di Storia dell’arte presso l’Università di Firenze e di Venezia – dove ha conseguito la laurea –, si è specializzato nel campo delle arti decorative e ha incentrato i propri studi sugli arredi e sugli oggetti d’arte delle ex residenze reali italiane, anche in vista di una loro più corretta esposizione museografica. Nell’ambito di tali interessi ha condotto indagini archivistiche sul mobilio delle residenze granducali di Toscana, delle regge di Caserta e Napoli, su quello delle dimore sabaude in Piemonte e sull’allestimento di Palazzo Chigi Saracini a Siena; inoltre per conto della direzione delle Civiche Raccolte d’Arti Applicate del Comune di Milano ha compilato il catalogo sistematico dei mobili del Castello Sforzesco.

Ha pubblicato vari contributi in numerose riviste e ha collaborato alla realizzazione di diverse mostre. Ha inoltre redatto i cataloghi di tutti i mobili di Palazzo Pitti e quelli relativi ai nuovi allestimenti, da lui progettati e attuati, degli appartamenti reali della reggia fiorentina.

Docente a contratto di Storia delle arti decorative presso la Scuola di specializzazione dell’Università di Bologna, ha curato la pubblicazione di una serie di volumi incentrati sulla storia del mobilio e della decorazione d’interni in Italia, tra cui: Il mobile rococò in Italia. Arredi e decorazioni d’interni dal 1738 al 1775 (Milano 2003); Il mobile neoclassico in Italia. Arredi e decorazioni d’interni dal 1775 al 1800 (Milano 2005); Il mobile di corte a Lucca (1805-1847) (Lucca 2005); Invito a Palazzo Chigi Saracini. Le stanze e i tesori della collezione (con Carlo Sisi, 2005); Il mobile dell’Ottocento in Italia. Arredi e decorazioni d’interni dal 1815 al 1900 (Milano 2007); La cornice italiana. Dal Rinascimento al Neoclassico (con Patrizia Zambano, Milano 2009); Il mobile italiano dal Cinquecento all’Ottocento (Milano 2009); Il mobile lucchese (Lucca 2009).