CIPRIANI GIOVANNI

CIPRIANI GIOVANNI

 

Elezione:
Professore di Storia, eletto Accademico Corrispondente 09.10.2012 (Atti 2003); eletto Accademico Ordinario 11.10.2013

 

Classe di appartenenza:
Discipline Umanistiche e Scientifiche


Ruolo Accademico:
Accademico Ordinario e Presidente della Classe

Nato a Firenze il 13 Febbraio 1949, terminati gli studi classici, è stato allievo di Giuliano Procacci presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Firenze, laureandosi in Filosofia il 29 Novembre 1973. Professore Associato di Storia Moderna presso l’Università degli Studi di Firenze. Presidente del Centro di Cultura per Stranieri dell’Università degli Studi di Firenze.

Ex Presidente degli Amici dei Musei e dei Monumenti Fiorentini, vicepresidente dell’Accademia Italiana di Storia della Farmacia, studioso di storia della cultura e delle idee nell’Età Moderna. Membro ordinario della Deputazione di Storia Patria per la Toscana, socio corrispondente dell’Accademia dei Georgofili, socio ordinario della Società Italiana per la Storia dell’Età Moderna, socio ordinario della Società Italiana di Studi sul secolo XVIII, socio ordinario della International Society for Eighteenth Century Studies, socio ordinario della Società Italiana di Storia della Medicina, socio ordinario dell’International Association of Art and Psychology, socio ordinario della Società Toscana per la Storia del Risorgimento, socio ordinario dell’Accademia delle Arti del Disegno, socio corrispondente della Società Pistoiese di Storia Patria, socio ordinario dell’Accademia degli Euteleti di San Miniato, socio corrispondente dell’Accademia dei Sepolti di Volterra, socio ordinario della Società Storica della Valdelsa, socio ordinario e membro del direttivo del Centro di Studi Storici di Psicoanalisi e Psichiatria, responsabile del settore Cinquecento sulla rivista “Il Pensiero Politico”, direttore editoriale della collana Studi e Testi di Storia della Toscana della Casa Editrice Prohemio Nerbini di Firenze, membro del comitato direttivo della “Miscellanea Storica della Valdelsa”, collabora al progetto di edizione delle Oeuvres di Montesquieu per la Voltaire Foundation di Oxford.

Alla intensa attività didattica svolta presso l’Università degli Studi di Firenze, in qualità di docente di Storia Moderna e di Storia di una Regione nell”Età Moderna: Toscana, è stata affiancata una variegata ricerca scientifica che ha privilegiato orizzonti e ambiti disciplinari diversi.

Lo studio costante e metodico dell’antiquaria cinquecentesca, seicentesca e settecentesca ha mirato a fondere armonicamente vicende storiche, pensiero filosofico, archeologia e filologia per mettere in risalto lo spessore della interpretazione in chiave politica del mondo antico e la sua connotazione ideologica. Il volume Il mito etrusco nel Rinascimento fiorentino, pubblicato a Firenze, presso Olschki, nel 1980 è stato il primo, ampio contributo in questa direzione, seguito dall’edizione critica del De Etruria e Regionis Originibus di Guillaume Postel, affidata da Mauro Cristofani ed apparsa nel 1986 a Roma, presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche.