CALONACI GIUSEPPE

CALONACI GIUSEPPE

Elezione: Scultore, eletto Accademico Onorario 18.10.2007; eletto Accademico Ordinario 09.10.2015

Classe di appartenenza: Scultura

Ruolo Accademico: Accademico Ordinario

Scultore e pittore è nato nel 1931. Frequenta la Scuola d’Arte nel dopoguerra, nel clima della ricostruzione in Toscana. Si forma nel MAC (Movimento Arte Concreta) di Forma I e soprattutto nel fiorentino Astrattismo Classico e sviluppa la lezione astratto-concreta in un’ampia gamma di applicazioni tecnologiche e di soluzioni formali. Ha compiuto ricerche e realizzato grandi opere con visioni a tutto campo. La sua ricerca si è svolta per cicli, sempre contrassegnati da un titolo che spiega il tema dominante. La riflessione sul linguaggio astratto lo ha condotto ad individuare forme simboliche quali il cerchio radiante, cioè il principio che genera energia. Nel 1955 dà vita a una fabbrica di smalti d’arte su acciaio, la S.I.V.A. e dal 1957, con le avanguardie fiorentine, lavora nell’ambito dell’Astrattismo Classico.

Ha ricevuto numerosi ed importanti Premi e lui stesso ne ha fondati due. Ha al suo attivo circa settanta mostre personali in tutto il mondo e oltre cento rassegne. Ha scandito il suo lavoro in dieci periodi e quello attuale si chiama “Astrattismo & Citazione”. Hanno scritto di lui importanti critici, come testimoniano molti cataloghi, riviste e quotidiani.

Di grande successo sono state le mostre tenute a: Firenze, Milano, Siena, Caserta, Roma, Livorno, Arezzo, Palermo, Reggio Emilia, Bergamo, Ravenna, Venezia, L’Aquila, Brescia, Padova, Viareggio, Prato, Cagliari, Bari, Varese, Catania, Modena, Spoleto, Napoli, Carrara, Parigi, Montreal, Ottawa, Tokyo, Hot Springs (Arkansas), Bali, Abilene (USA), San José, Costa Rica, Arabia Saudita, Avignone, Santiago, Ecuador, Rio de Janeiro, Olinda (Brasile), San Paolo del Brasile, Mendoza (Argentina), Madrid, Bornem (Belgio), e ancora Egitto, Giordania, Siria, San Pietroburgo, India, Messico, Cambogia, Libia.

Le sue opere si trovano in moltissimi spazi pubblici, in musei, in collezioni private, sia in Italia che all’estero. A Hot Springs, negli Stati Uniti, in occasione di una sua personale del 1990, viene insignito del titolo di Ambasciatore onorario dell’Arkansas dal Governatore Bill Clinton e di cittadino onorario di Hot Springs dal Sindaco della città. È dal 2007 Accademico delle Arti del Disegno della prestigiosa Accademia Fiorentina e Cavaliere della Repubblica Italiana. Nel 2009 ancora “Calonaci Città Verticali” a cura di Nicola Micieli, Enrico Crispolti, Corrado Marsan, Galleria dell’Accademia delle Arti del Disegno, Palazzo Pitti, Giardino di Boboli, Palazzo Medici Riccardi. Nel 2010 riceve il premio internazionale “Le Muse” nel simbolo di Erato; fra i premiati nel segno di questa Musa ricordiamo: Henry Moore, Marc Chagall, Emilio Greco, Giacomo Manzù, Giò Pomodoro, Fernando Botero, Jean Michel Folon, Giuliano Vangi, Paola Crema.

Storici dell’arte curatori dell’opera di Calonaci: Lara Vinca Masini, Corrado Marsan, Fiamma Vigo, Piero Santi, Flavio Quarantotto, Enrico Crispolti, Giuseppe Marchiori, Enzo Carli, Eugenio Miccini, Raffaele De Grada, Franco Solmi, Tommaso Paloscia, Pierre Restany, Dino Pasquali, Giorgio Segato, Giulio Carlo Argan, Fortunato Bellonzi, Georges Sharbonnier, Nicola Micieli, Giorgio di Genova, Filiberto Menna, Giuseppe Mantelli, Ferruccio Ulivi, Luigi Zangheri, Paola Grifoni, Mario Lolli Ghetti, Cristina Acidini, Alessandro Cecchi, Luigi Paolo Finizio, Martina Corniati.