BRAGHERO MANUELE

BRAGHERO MANUELE

Elezione: Dirigente comunale, eletto Accademico d’Onore 30.09.2014

Ruolo accademico: Accademico Onorario

Manuele Braghero è nato il 17 ottobre 1961 a Torino.

Dal 2014 è Capo di Gabinetto del Sindaco Comune di Firenze.

Dal 2010 al 2014 è stato Dirigente Responsabile dell’Ufficio di Segreteria dell’Assessore della Cultura Turismo e Commercio della Regione Toscana.

Dal 2005 al 2010 è stato Dirigente Responsabile dell’Ufficio di Segreteria dell’Assessore alle Riforme Istituzionali, al Rapporto con gli Enti Locali e alla partecipazione dei Cittadini della Regione Toscana.

Nel 2006  è stato Project Manager del Progetto URBAL – RED 14

Dal 2003 al 2007 ha collaborato con l’attività del Forum Europeo seguendo le relazioni con gli organismi comunitari e in particolare con il Parlamento Europeo e la Commissione Europea.

Dal 2001 al 2005 è stato Funzionario responsabile di posizione organizzativa, rappresentando la Regione Toscana all’interno del Forum Europeo per la Sicurezza Urbana e coordinando i progetti europei e internazionali della Regione in materia di sicurezza urbana (URBAL, AGIS, ecc.).

Dal 1996  al 2001 è stato Consigliere politico del Presidente della Camera dei Deputati, On. Luciano Violante, alla Presidenza della Camera dei Deputati.

Dal 1994  al 1996 è stato Consigliere politico del Presidente della Camera dei Deputati, on. Luciano Violante, alla Vicepresidenza della Camera dei Deputati.

Dal 1993 è Funzionario presso la Presidenza del Consiglio Regionale della Regione Piemonte.

PUBBLICAZIONI

2007 – Rivista trimestrale di Scienza dell’Amministrazione, Franco Angeli Editore.

2005 – Quaderni di avviso Pubblico, autore del capitolo sulla “Infiltrazione dell’economia criminale nell’economia sana”.

2004 – La sicurezza urbana, ed. Il Mulino, autore con Luigi Izzi del capitolo “Le legislazioni regionali” nel volume “La sicurezza urbana”.

2003 – Università di Firenze – Dipartimento di scienze politiche, autore del rapporto di ricerca “Quelli che ne hanno fatta di strada….”, indagine demoscopica su 1.200 emigrati extracomunitari in Italia.

2002 – Università di Firenze – Dipartimento di scienze politiche, autore del rapporto di ricerca su “Criminalità e immigrazione”

1998 – Manuale per l’applicazione della Legge sull’uso sociale dei beni confiscati ai mafiosi, autore con Antonio Fisichella. Volume pubblicato dalla Editrice Gruppo Abele (Ega) di Torino.

RICERCHE

2006-2007 – “Guidance on Local Safety Audits – a Compendium of International Practice” promosso dal Governo del Canada e dall’ICPC (International Crime Prevention Committee). Membro dell’International advisory group.

2006 – A.A.V.V .  “Consolidamento dei governi locali per la sicurezza urbana: formazione e pratiche”. Coordinatore generale della ricerca

2005-2007 – Beccaria Center – Professional Training in Crime Prevention” presso il Ministero della Giustizia della Bassa Sassonia, Germania. Short term expert

2005-2006 – Università di Firenze Coordinatore di una ricerca sui processi di integrazione degli immigrati di seconda generazione in Italia.

2002-2007 – Istituto S.W.G. Trieste consulente per le ricerche politiche e istituzionali dell’istituto.

Fa parte del Comitato consultivo permanente dall’Associazione “Avviso Pubblico. Enti Locali e Regioni per la formazione civile, contro le mafie”

È stato tra i fondatori dell’associazione antimafia “Libera” di cui è stato, dal 1996 al 2000, vicepresidente di don Luigi Ciotti insieme a Rita Borsellino. Nell’associazione ha svolto la funzione di coordinatore generale delle attività ed in particolare è stato il responsabile delle campagne per l’educazione alla legalità e per l’uso sociale dei beni confiscati alle mafie per la quale furono raccolte un milione di firme e da cui scaturì l’approvazione della legge dello Stato sull’uso sociale dei beni confiscati alla mafia.

Dal 2000 al 2005 è stato membro del consiglio direttivo della Fondazione Italiana per il Volontariato.