BARBOLANI DI MONTAUTO NOVELLA

BARBOLANI DI MONTAUTO NOVELLA

Elezione: Storica dell’Arte, eletta Accademico Onorario 05.10.2016

Ruolo accademico: Accademico Onorario

Novella Barbolani è ricercatore confermato in Storia dell’arte moderna (SSD L-ART/02) all’Università di Roma La Sapienza.
Si è laureata nel 1995 in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Firenze con una tesi in Storia dell’arte moderna. Si è poi diplomata alla Scuola di Specializzazione in Storia dell’arte all’Università di Pisa, e nella stessa Università nel 2004 ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca. Ha svolto attività di collaborazione didattica presso le Università di Pisa e l’Università di Firenze ed è stata titolare di un assegno di ricerca (2004-2009) presso il Dipartimento di Storia delle arti e dello spettacolo dell’Università di Firenze. Nel 2008-2009, 2009-2010, 2010-2011, è stata professore a contratto per il corso di Storia comparata dell’arte europea nel corso di Laurea magistrale in Storia dell’arte nel medesimo Dipartimento. Dal 2003 al 2006 ha collaborato al Progetto di rilevante interesse nazionale I luoghi della grande decorazione murale a Firenze e in Toscana nel Cinquecento e Seicento (Prin 2003) e dal 2007 al 2009 come assegnista è stata componente dell’Unità di Ricerca dell’Università di Firenze per il progetto Arte al servizio del potere. Modelli celebrativi di committenza negli Stati italiani tra tardo Medioevo ed età moderna (Prin 2007). Svolge regolarmente attività didattica presso il Dipartimento di Storia dell’arte e spettacolo della Sapienza e nella medesima struttura è membro della Commissione Trasferimenti e Passaggi e della Commissione per la verifica dei requisiti per l’accesso alla Laurea Magistrale in Storia dell’arte. È membro del Collegio Docenti del Dottorato di ricerca in Storia dell’arte e tutor di tesi. È componente del gruppo di ricerca del progetto di Università, L’insegnamento della Storia dell’arte di Pietro Toesca a Roma: un magistero e la sua eredità (2014). Ha partecipato al Comitato scientifico di mostre e volumi miscellanei. Svolge ricerche sulla pittura del Cinquecento, del Seicento e del primo Settecento, con approfondimenti sulla pittura di paesaggio, sul disegno e sul collezionismo. Oltre a un volume monografico (Pandolfo Reschi, Firenze 1996), ha all’attivo la bibliografia elencata nell’allegato “Pubblicazioni”, articoli per volumi miscellanei e per riviste, saggi e gruppi di schede per cataloghi di mostre. Negli ultimi tempi si è occupata di grafica con importanti scoperte sui fondi di disegni (provenienze e collezioni) del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, della Staatliche Graphische Sammlung di Monaco e di altre collezioni europee. Ha in preparazione uno studio sulla collezione di disegni di Francesco Maria Niccolò Gabburri. È stata curatrice della mostra Colorire naturale e vero. Figline, il Cigoli e i suoi amici(ottobre 2008) e ha partecipato a numerose mostre e convegni tra cui il convegno internazionale di studi titolato Firenze milleseicentoquaranta, promosso dal Kunsthistorisches Institut di Firenze (2008), alla giornata di studi Le ‘Vite di pittori’ di Francesco Maria Niccolò Gabburri organizzata dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze (2009), al convegno Les marques de collections/II, sixième rencontres internationales du Salon du dessin, Parigi ( 2009), alla mostre Federico Barocci, 1535-1612. L’incanto del colore, una lezione per due secoli (Siena 2009) e Caravaggio e carvaggeschi a Firenze (Firenze 2010). Più di recente ha partecipato al convegno internazionale  A Window on Antiquity: The Topham Collection at Eton College Library, The Paul Mellon Centre for Studies in British Art, London, University of Buckingham, Eton College ( 2013), alle Giornate di Studio  Carlo Maratti e la sua fortuna, Roma Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Corsini (20149 e alla mostra Puro semplice naturale nell’arte a Firenze tra Cinque e Seicento (Firenze, Uffizi, 2014). È membro della segreteria di redazione della rivista Paragone e collabora al Dizionario biografico degli italiani per l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani Ha svolto periodi di studio e di ricerca a Londra (Courtauld Institute of Art e la Witt Library, The Warburg Institute, Department of Prints and Drawings del British Museum), a Madrid (Biblioteca Nacional, Museo Cerralbo, Museo del Prado), a Monaco (Staatliche Graphische Sammlung), a Oxford (Ashmolean Museum), a Parigi (Département des Arts Graphiques del Louvre e Fondation Custodia) e a Windsor (Royal Library and Prints Room).