AMENDOLA AURELIO

AMENDOLA AURELIO

Elezione: Fotografo, eletto Accademico d’Onore 05.10.2016

Ruolo accademico: Accademico d’Onore

Nel corso della sua lunga carriera di fotografo Aurelio Amendola si dedica principalmente all’arte contemporanea, immortalando i protagonisti dell’arte del Novecento: De Chirico, Lichtenstein, Pomodoro, Schifano, Warhol, per ricordarne solo alcuni.
Tra le numerose monografie dedicate ai maggiori scultori e pittori contemporanei ricordiamo Marino Marini, Burri, Manzù, Fabbri, Ceroli, Vangi, Kounellis.
Aurelio Amendola è poi noto per le fotografie delle sculture del Rinascimento italiano: ha documentato l’opera di Jacopo Della Quercia, Michelangelo e Donatello, e illustrato singoli capolavori e monumenti quali il pulpito pistoiese di Giovanni Pisano, il fregio robbiano dell’Ospedale del Ceppo, sempre a Pistoia, Santa Maria della Spina e il Battistero a Pisa, San Pietro in Vaticano.
San Pietro in Vaticano è il primo di una serie dedicata ai grandi temi dell’arte italiana visitati secondo l’ottica personale del fotografo, presenta una campagna iconografica completamente nuova, calibrata sul “taglio” e sulle esigenze specifiche del progetto: approfittando della rara
occasione di un contatto senza vincoli con i monumenti berniniani e, più in generale, con i vari elementi architettonici e scultorei caratterizzanti San Pietro, simbolo di tutta la cristianità, Amendola riesce a riprenderne gli scorci e i particolari più inaspettati.

Nel 1991 mostra “L’occhio indiscreto” a Palazzo delle Stelline, Milano.

Nel 1994 il suo volume “Un occhio su Michelangelo” – dedicato alla cappella medicea in San Lorenzo a Firenze – ha vinto il “Premio Oscar Goldoni”.

Nel 1995 una mostra su questo stesso tema viene organizzata a Milano, a Palazzo Reale, dall’Amministrazione Comunale.

Nel 1997 gli è stato conferito il premio “Cino da Pistoia”, noto premio alla carriera.
Due sono le mostre personali dedicate al maestro Alberto Burri dove Amendola lo celebra con Gigantografie, nel 2006 al Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia a Madrid e nel 2007 a Parma presso la Fondazione Magnani Rocca e nel 2008 – 2009 alla Triennale di Milano.

Nel 2007 e’ stato il primo artista a esporre una mostra fotografica al Museo Hermitage di San Pietroburgo; il tema affrontato è stato sulle opere scultoree di Michelangelo.

Nel 2008 la Fondazione Gam di Torino acquista alcune foto per poi esporle in una mostra collettiva
al Castello di Rivoli.
Nel maggio 2008 la casa editrice FMR pubblica il libro “Wonderful, Michelangelo”: La Dotta Mano con immagini di Amendola. Il libro in seguito verrà’ donato alla città’ di Bologna e al Museo del Prado di Madrid e a molte altre istituzioni in America, in Asia e a privati.

Nel 2011 dona undici foto-ritratto al Comune di Pistoia conservate nella collezione permanente di Palazzo Fabroni (Roberto Barni, Umberto Buscioni, Agenore Fabbri, Claudio Parmiggiani, Gianni Ruffi, Alberto Burri, Enrico Castellani, Giorgio De Chirico, Jannis Kounellis, Marino Marini, Andy Warhol).

Nel 2012 l Pistoia gli conferisce il più alto riconoscimento della citta’ e personalita’ pistoiesi: Il Micco.

Nel 2012 inaugura a Milano alla Galleria Marconi la serie “Happenings”.

Nel 2013 a Bologna alla Galleria De’ Foscherari, la serie “Happenings” arricchita da nuove immagini di artisti.

Nel Settembre 2013 la Fondazione Abbazia di Rosazzo (Manzano,Udine) espone la serie
Michelangelo, sensualità e passione.
Gli artisti e lo spazio cronologico dell’azione ,che comprendono la serie “Happenings”.
La mostra è raccolta in due volumi edito da 3Arte editore – Promozione snc.
La stessa mostra viene esposta a Punta dell’Est in Uruguay presso laFondazione Pablo Atchugarry in contemporanea con una mostra dell’artista Pablo Atchugarry.

Nel Gennaio del 2014 in occasione del 450 ° della morte di Michelangelo espone 23 gigantografie dell’opera di Michelangelo alle Cappelle Medicee a Firenze . La casa Editrice FMR-Utet

Maggio 2014 La Triennale di Milano espone una Mostra “In Atelier ,Aurelio Amendola:fotografie 1970- 2014” serie di fotografie di Artisti ritratti nei loro studi mentre creano le proprie opere. A cura di Vincenzo Trione e studenti IULM Catalogo FMR .
Maggio 2014 espone in una collettiva “Il volto dell’arte da Giuseppe verdi a Andy Warhol”,Reggia di Colorno.
L’Istituto di Cultura Italiano di Toronto da Settembre 2014 a Gennaio 2014 espone una mostra fotografica di Michelangelo, che poi ha fatto tappa presso l’Istituto di Cultura Italiano di Montreal.

Ottobre 2014 L’Accademia delle Belle Arti di Catanzaro conferisce il diploma Accademico Honoris Causa in arti visive e il titolo di Accademico d’Italia ad Aurelio Amendola ,riconoscendo l’eccellenza della Sua attivita’ artistica e professionale e il grandissimo contributo apportato alla valorizzazione della cultura italiana nella sua unicita’ e nelle sue articolazioni.
In contemporanea La Fondazione Rocco Guglielmo a la Fondazione Mimmo Rotella inaugurano la mostra dedicata a Roy Lichtenstein 1976,una serie inedita di fotografie a cura di Marco Meneguzzo e Piero Mascitti .

Ottobre 2014 In occasione del MIA Singapore Aurelio Amendola insieme alla casa editrice FMR espone 13 gigantografie ritrenti le opere di Michelangelo.

A Gennaio 2015 ad Artenfiera insieme alla Galleria Sapone di Nizza espone fotografie del Maestro
Alberto Burri .
La serie Happenings, ancora piu’ rinnovata di artisti, viene esposta nel Marzo 2015 a Palazzo Panichi a Pietrasanta .

Nel Maggio 2015 in occasione del centenario della nascita del Maestro Alberto Burri la Fondazione cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia rende omaggio a Alberto Burri con una mostra con le meravigliose immagini di Aurelio Amendola. Le opere fotografiche sono datate dal 1976 ad oggi , serie della Combustione, Cretto di Gibellina, Fondazione Albizzini collezione Gori Giuliano sono esposte a Palazzo Sozzifanti a Pistoia fino al 26 Luglio 2015. La mostra è stata curata da Bruno Corà con progetto di allestimento di Tiziano Sarteanesi.