Biblioteca

L’attuale biblioteca dell’Accademia delle Arti del Disegno nasce nel 1873 con la formalizzazione della separazione tra Collegio dei Professori e Istituto di Insegnamento. All’Istituto di Insegnamento, individuato con il neoclassico nome di Accademia di Belle Arti dal Granduca Pietro Leopoldo nel 1783, andarono le raccolte librarie riordinate tra il 1851 ed il 1853 da Giovan Battista Niccolini.

Il Collegio dei Professori si dotò invece di una biblioteca privata che è giunta intatta fino ai nostri giorni arricchendosi di numerosi fondi e donazioni tra cui quello prezioso dell’architetto e ingegnere Paoletti e quello dello scultore Gaetano Trentanove.

Più recenti le donazioni di Francesco Adorno, Andrea Granchi e il fondo costituito in memoria del canonico Monsignor Francesco Socci. Per consentire la catalogazione e la valorizzazione dei fondi librari e archivistici l’Area di Coordinamento Cultura, Settore Biblioteche, Archivi e Istituzioni Culturali della Regione Toscana con decreto n. 6417 del 23 novembre 2010 ha concesso un contributo.

Per quanto riguarda la biblioteca è in fase avanzata l’immissione dei record della catalogazione all’interno del Sistema Documentario Integrato dell’area fiorentina (SDIAF).