POLIZZI GASPARE

POLIZZI GASPARE

 

Elezione:
Filosofo, eletto Accademico Ordinario della Classe di Discipline Umanistiche e Scienze il 05.10.2016

Classe di appartenenza:
Discipline Umanistiche e Scientifiche

Ruolo Accademico:
Accademico Ordinario

Gaspare Polizzi (Trapani, 1955) è docente comandato presso il Miur, Direzione generale per il personale scolastico, Ufficio VI – Formazione personale docente e accreditamento enti. È stato professore a contratto di Storia della Scienza e delle Tecniche presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Firenze negli anni 2003/2008. È abilitato all’insegnamento di Logica, storia e filosofia della scienza (11/C2). È studioso di storia del pensiero filosofico e scientifico moderno e contemporaneo, con particolare riferimento alla filosofia e all’epistemologia francesi (Henri Poincaré, Émile Boutroux, Henri Bergson, Paul Valéry, Gaston Bachelard e Michel Serres) e alla filosofia naturale tra ‘700 e  ‘800 (Giacomo Leopardi).

Tra le sue pubblicazioni in volume si ricordano: Forme di sapere e ipotesi di traduzione. Materiali per una storia dell’epistemologia francese, F. Angeli, Milano 1984; Michel Serres. Per una filosofia dei corpi miscelati, Liguori Ed., Napoli 1990; Tra Bachelard e Serres. Aspetti dell’epistemologia francese del Novecento, Armando Siciliano editore, Messina 2003; Leopardi e“le ragioni della verità”. Scienze e filosofia della natura negli scritti leopardiani, Prefazione di Remo Bodei, Carocci Editore, Roma 2003; Galileo in Leopardi, Le Lettere, Firenze 2007; «…per le forze eterne della materia». Natura e scienza in Giacomo Leopardi, FrancoAngeli, Milano 2008; Giacomo Leopardi: la concezione dell’umano tra utopia e disincanto, Mimesis, Milano-Udine, 2011; Io sono quella che tu fuggi. Leopardi e la natura, Edizioni di Storia e Letteratura, Roma 2015; La filosofia di Gaston Bachelard. Tempi, spazi, elementi, ETS, Pisa 2015.

Tra le sue curatele e le traduzioni: Michel Serres, Genesi, il melangolo, Genova 1988; Henri Poincaré, Il valore della scienza, La Nuova Italia, Firenze 1994; Leopardi e la filosofia, Polistampa, Firenze 2001; Michel Serres, Tempo di crisi, Bollati Boringhieri, Torino 2010; Uno sguardo sul cosmo: Calvino tra Galileo e Leopardi, in P. Greco, a cura di, Kosmos. Arte e scienza allo specchio, Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Napoli 2009, pp. 39-63Tornare a Gramsci. Una cultura per l’Italia, avverbi editore, Grottaferrata (RM) 2010; Letteratura e conoscenza. Alla ricerca di un metodo, in P. Greco, a cura di, Armonicamente. Arte e scienza a confronto, Mimesis, Milano-Udine 2013, pp. 187-211; Michel Serres, Non è un mondo per vecchi. Perché i ragazzi rivoluzionano il sapere, Bollati Boringhieri, Torino 2013; Michel Serres, con Mario Porro, “Riga 35”, Marcos y Marcos, Milano 2015. É. Boutroux, Contingenza e leggi della natura, Mimesis edizioni, Milano-Udine 2016. Un secolo di filosofia attraverso i congressi della S.F.I. 1906 – 2013, con Mario Quaranta, Gruppo Editoriale Bonanno s.r.l., Acireale-Roma 2016. Collabora e ha collaborato, tra l’altro, alle seguenti riviste: “Rivista di Storia della Filosofia”, “Nuncius. Annali del Museo di Storia della Scienza di Firenze”, “Rassegna della Letteratura Italiana”, “Nuova Corrente”, “aut-aut”, “Rivista di Filosofia”, “Alfabeta”, “Alfabeta2”, “Italia contemporanea”, “Il Protagora”, “Critica Marxista”, “Paradigmi”, “Studi Storici”, “Aperture”, “Configurations. A Journal of Literature, Science, and Technology”, “Bollettino della Società Filosofica Italiana”, “Intersezioni”, “Giornale di Filosofia”, “Antologia Vieusseux”.

È presidente d’onore della SFI di Firenze, membro della Commissione Didattica Nazionale della SFI, membro del Consiglio Direttivo Nazionale della SFI, membro del Comitato Scientifico del Centro Nazionale di Studi Leopardiani, membro del Consiglio Direttivo dell’Istituto Gramsci Toscano. È giornalista pubblicista: ha collaborato al quotidiano “L’Unità” ed è editorialista del “Corriere Fiorentino”, inserto toscano del “Corriere della Sera”.

 

Attività per l’Accademia

Su iniziativa dell’allora presidente della classe DUS, Maurizio Bossi, incontro “Arti visive e nuove frontiere della cosmologia” (3 novembre 2011), nell’ambito del programma “Pianeta Galileo” promosso dalla Regione Toscana.

I Su iniziativa dell’allora presidente della classe DUS, Maurizio Bossi, e in collaborazione con la “Biblioteca Filosofica”, serata dedicata a “Leopardi e la filosofia, con un interludio estetico e musicale” (4 dicembre 2013).

Presentazione del libro di Pantaleo Palmieri Per Leopardi. Documenti, proposte, disattribuzioni (7 aprile 2014).

In collaborazione con l’Accademico Emerito Marco Dezzi Bardeschi convegno “Grandi effimeri ed apparati urbani ieri e oggi”, organizzato in collaborazione con il Comune di Firenze e con l’Università di Firenze, e tenutosi a Firenze nell’Aula Magna del Rettorato il 19 maggio 2016. Il convegno richiamava la tematica sviluppata nel precedente convegno del 18 dicembre 2015 “Firenze 1565 o della magnificenza civile” e ha visto la partecipazione, tra gli altri, di Cristina Acidini, Pieluigi Panza, Marco Dezzi Bardeschi, Cristina Giachi, Mariella Zoppi, Sergio Risaliti, Luigi Dei, Giacomo Marramao.

Il 17 febbraio 2015, insieme al vicepresidente della Classe DUS, Francesco Palla, un convegno dal titolo “Omaggio con gli studenti a Galileo in memoria del suo primo compleanno (15 febbraio 1565)”, in collaborazione con la “Biblioteca Filosofica”, l’INAF-Osservatorio di Arcetri, il Museo Galileo e il Liceo Classico “Galileo”.

Nel periodo ottobre-dicembre 2015, su iniziativa dell’allora presidente della classe DUS, Maurizio Bossi, il ciclo di incontri “Dante e la scienza”, in collaborazione con la “Biblioteca Filosofica”, l’INAF-Osservatorio Astrofisico di Arcetri, il Museo “Galileo”, il Liceo Classico “Galileo” e la Società Dante Alighieri. Il ciclo di incontri fu rivolto soprattutto agli studenti di alcuni licei fiorentini, nella convinzione di consolidare un rapporto con gli studenti liceali, che assume oggi più che mai il carattere di un impegno etico e civile.

La giornata di studio “Natura/nature”, realizzata “in ricordo di Francesco Palla” il 27 aprile 2016, al terzo mese dalla sua scomparsa.

Nel corso dell’Anno Accademico 2016/2017, il progetto “Luce, tra arte e scienza”, recepito dall’allora presidente della Classe DUS Giovanni Cipriani. Il progetto si poneva in ideale collegamento con il convegno “Trasparenze ed epifanie. Quando la luce diventa letteratura, arte, storia, scienza”, organizzato dai Dipartimenti LILSI, SAGAS, DILEF, DST, Biologia, Chimica “Ugo Schiff”, Fisica e Astronomia, OpenLab Servizio Educazione e Divulgazione Scientifica dell’Università di Firenze in occasione dell’Anno Internazionale della Luce 2015. Esso si è svolto nella primavera del 2017, con il coinvolgimento dei Presidenti delle altre Classi e la partecipazione attiva di alcuni Professori delle Classi di Pittura e di Scultura, e si è composto di lezioni e di attività di laboratorio alle quali hanno partecipato alcuni docenti e circa cinquanta studenti dal Liceo Artistico di Porta Romana e Liceo Classico Michelangiolo. dal Liceo Classico Galileo. Si tratta della prima esperienza di alternanza scuola-lavoro condotta dall’Accademia, secondo il dettato della Legge 107/2015. In tal modo l’Accademia ha avviato un rapporto con i Licei fiorentini per stimolare gli studenti a sviluppare ricerche di tipo artistico. I Maestri coinvolti hanno portato il loro “sapere” artistico legato alla tematica della luce, essenziale in pittura, scultura, fotografia, per suscitare negli studenti coinvolti un impegno a produrre oggetti artistici che saranno presentati in autunno in un’esposizione finale, insieme ad alcune prove d’artista offerte dai Maestri alle scuole coinvolte. Il ciclo ha realizzato due obiettivi. Uno, teorico, di avvicinamento e intreccio tra il sapere scientifico e quello artistico. Un altro operativo: unire la conoscenza teorica e storica fornita tramite le conferenze alla competenza pratica prodotta dagli studenti, con l’aiuto dei professori referenti nelle Scuole. Il progetto ha coinvolto l’intera Accademia, a partire dall’affollata lectio inauguralis della Presidente Cristina Acidini, per passare alla lezione di Giovanni Cipriani (già Presidente della nostra Classe) e di Andrea Granchi (Presidente della Classe di Pittura) e ai laboratori tenuti dai maestri della Classe di Pittura Riccardo Guarneri e Vairo Mongatti (Emeriti), Carlo Bertocci e Adriano Bimbi (Ordinari) e di Pier Giorgio Balocchi (Accademico Corrispondente della Classe di Scultura).